Lettera aperta alla Città

In News

La Battipaglia che vorrei è la “Città delle persone perbene”.

Quella di chi ama il futuro dei propri figli e che ritiene che bello e pulito sia meglio di opaco e sporco.
La Città di chi ripudia gli interessi di pochi perché è più bello costruire un futuro migliore per tutti.
La Città in cui le persone più deboli e bisognose vengono prima, la Città delle promesse mantenute senza tornaconto, la Città che libera i più fragili dal bisogno perché questo è l’unico mezzo per restituire a tutti dignità e vera libertà di scelta.
Una Città solidale e aperta in cui non trova spazio chi ama i giochi di potere, ma chi possiede l’intelligenza delle scelte consapevoli finalizzate al benessere di tutti.
La Città di chi rispetta le istituzioni.
Insieme a voi, le persone perbene di Battipaglia, vorrei costruire un percorso politico, culturale ed umano che la rilanci, la renda più sicura e stabile e che veda protagoniste le sue migliori risorse intellettuali, economiche ed imprenditoriali.
Gli ultimi 20 anni dimostrano chiaramente che i problemi di Battipaglia sono riconducibili alla sua classe dirigente, allo spazio che per troppi anni “mestieranti” e avventurieri travestiti da politici hanno occupato, svuotando le istituzioni della loro necessaria autorevolezza.
Sono questi i motivi che tengono le persone perbene lontane dalla Politica. Quella seria, solidale, pulita. Fatta di impegno quotidiano e lavoro, di amore e rispetto. Di chi pensa che “nostro” sia meglio di “mio”. Ora, è il tempo di restituire dignità ai cittadini.
E’ giunto il tempo di porre fine alla città degli “Impresentabili”, delle Primarie di facciata, del consiglio comunale sciolto per Camorra, di chi promette finti posti di lavoro.

Battipaglia è molto di più. La Città della gente come Noi, la gente Perbene!
Con me, la Politica perbene.

Ugo Tozzi